Nov 22 2018

Quadri di riferimento, prove Invalsi ed esami di Stato: cosa c’è di nuovo?

Le risposte del Congresso.

Tra le risposte da sottolineare: rassicurati i docenti del liceo scientifico circa l’atteso “quadro di riferimento” per la redazione della prova scritta di matematica della maturità. La pubblicazione dei “quadri” per tutte le disciplne è data per imminente ed è probabile che nello spirito delle Indicazioni Nazionali il quadro per la matematica miri a rivalutare: la geometria euclidea e il processo dimostrativo, il calcolo algebrico e il calcolo infinitesimale (senza eccessivi formalismi), gli aspetti storici e culturali, mentre per alcuni temi quali le matrici, l’informatica, le equazioni differenziali pur essendo tra gli obiettivi specifici di apprendimento delle Indicazioni è probabile che non saranno inclusi tra i “nuclei tematici fondamentali” per la definizione delle prova scritta di giugno 2019.

Un’altra risposta di rilievo relativa agli esami è del Direttore Generale Delia Campanelli: ” [….] rispondo alla domanda, sintetizzando : cosa c’è di nuovo? L’idea che l’Esame finale è il compimento di un percorso individuale dello studente protagonista, si esce dalla logica degli obiettivi disciplinari e ci si avvicina sempre di più ad una valutazione per competenze, compiuta nella scuola del primo ciclo, ma ancora da terminare in quella del secondo , in una logica in cui è chiaro che l’apprendere è una modalità complessa, che interessa non solo la scuola ma anche la vita, coinvolge l’uso delle conoscenze in determinati contesti e differenti ambienti di apprendimento, l’applicazione di quanto appreso, la soluzione di problemi e lo sviluppo della creatività.”

Per quanto riguarda l’Invalsi il desiderio epsresso è che l’Istituto Nazionale cambi politica e gestione  e che: a) le sue prove oltre a non essere secretate possano essere percepite importanti per l’attività didattica; b) possano risultare strumento di riflessione e di miglioramento collettivo; c) possano essere costruite in modo sempre più rispettoso della funzione che la legge attribuisce loro e essere più vicine alle aspettative di docenti, studenti, famiglie e scuole e interagire con esse.

Il testo delle relazioni

Lascia un commento